valigetta pronto soccorso

Gli accessori indispensabili in un kit di pronto soccorso

Nel precedente articolo ti ho accennato a come la maggior parte degli infortuni di media e grave entità avvenga statisticamente all’interno delle mura domestiche per cause spesso riconducibili alla semplice disattenzione.

In questo articolo ti parlerò di come prevenire gli incidenti domestici, di come effettuare alcune semplici manovre di primo soccorso nel malaugurato caso in cui ne avessi bisogno e, cosa più importante, di quanto possa essere fondamentale disporre in casa di una cassetta di pronto soccorso pronto uso.

In caso di incidenti domestici gravi è sicuramente prioritario chiamare immediatamente il 118 – o il più vicino Centro Antiveleni in caso di ingestione di farmaci o prodotti chimici – per avvalersi dell’intervento di personale medico o paramedico specializzato. Prima dell’arrivo dei soccorsi è bene però conoscere le procedure di assistenza alla vittima dell’incidente domestico per agevolare l’intervento dei sanitari tramite azioni di primo soccorso.

corso bls

 

Le manovre di primo soccorso

Dopo aver chiamato i soccorsi è necessario mantenere la calma per evitare di agire in preda all’impulsività del momento. Le regole per un primo soccorso sicuro, efficace e tempestivo si riassumono in tre fasi: agevolare il ferito senza nuocergli ulteriormente, fare solo quello che si è in grado di fare, agire con rapidità ma non con fretta.

In rete potrai trovare numerosi video che illustrano in maniera dettagliata come prestare primo soccorso ad un ferito. E’ inoltre consigliabile anche a comuni cittadini seguire specifici corsi di primo soccorso o corsi BLS (Basic Life Support), organizzati spesso dai locali organi di Protezione Civile o Croce Rossa.

Ad ogni modo, i passaggi consigliati per eseguire un intervento di primo soccorso utile in caso di grave incidente, domestico e non, sono i seguenti:

  1.  Esamina lo stato di coscienza della vittima di infortunio chiamandolo per nome e stimolando la sua attenzione. Se l’infortunato è incosciente attendi l’arrivo del 118 e se sospetti un caso di avvelenamento, chiama subito il Centro Antiveleni più vicino.
  2.  Se sei in attesa dell’intervento dei soccorsi, chiama un’altra persona che potrebbe esserti utile (vicino, di casa, parente) e libera le porte di accesso alla tua abitazione e alla stanza dove si trova l’infortunato.
  3. Lascia il luogo di soccorso e il paziente nelle mani del personale medico o paramedico specializzato dopo esserti accertata di non essere più d’aiuto. La tua responsabilità finisce con la consegna dell’infortunato alle cure del personale di soccorso.
  4. In caso le persone infortunate siano più di una, evita di intralciare i soccorsi e ricorda che i pazienti vengono assistiti in base alla scala delle urgenze:
  • Urgenza assoluta o estrema urgenza:

problemi respiratori o della circolazione.

  • Urgenza di primo grado:

emorragie contenibili, stato di shock, traumi toracici e addominali, amputazioni, ustioni gravi.

  • Urgenza di secondo grado o secondaria:

frattura colonna vertebrale, frattura esposta, frattura del bacino, ferite gravi.

  • Urgenza di terzo grado o non urgenza:

fratture non esposte, ferite superficiali, ustioni non gravi.

All’occorrenza potrebbe essere necessario praticare interventi come una manovra di Heimlich, respirazione artificiale o pratiche di primo soccorso pediatrico, ma solo se si ha dimestichezza con questo tipo di operazioni.

Se non sai cosa fare limitati a sistemare il ferito in posizione laterale di sicurezza (a terra o al massimo su di un letto, non farlo sedere: potrebbe cadere!), slaccia e sbottona cinte o indumenti troppo stretti per consentirgli di respirare liberamente e limitati ad attendere i soccorsi.

infortuni domestici

Quando usare il kit domestico di pronto soccorso

Non tutti gli incidenti domestici nuocciono gravemente all’incolumità tua o dei tuoi cari e necessitano l’intervento del 118. Ferite superficiali, sbucciature, bernoccoli e lievi contusioni infatti fanno parte del processo di crescita del tuo bambino e accadono spesso anche agli adulti. Intervenire in maniera corretta e solerte al danno riportato evita l’insorgere di infezioni e assicura una migliore e più veloce guarigione, riducendo il rischio di complicazioni.

Nei casi in cui è possibile provvedereda soli al soccorso e alla cure dei danni provocati dall’ennesimo piccolo incidente, è consigliabile avere a disposizione tutti gli strumenti necessari per il pronto soccorso domestico.

Un buon kit di pronto soccorso domestico o cassetta di pronto soccorso deve necessariamente contenere i seguenti strumenti:

  • Guanti Monouso

Utili a mantenere alti gli standard d’igiene dell’operazione di soccorso domestico che stai eseguendo perché evitano il contatto della ferita con gli eventuali germi presenti sulle tue mani. In questo modo ci si sottrae alla possibilità che un banale taglietto diventi un principio d’infezione.

  • Antisettico non alcolico

Necessario per igienizzare le mani prima di operare, riducendo la trasmissione di microrganismi. Si trova spesso in commercio sotto forma di salviettine umidificate. Dopo l’applicazione il prodotto non necessita di risciacquo.

  • Cotone idrofilo

Quella che in genere noi tutti chiamiamo semplicemente ovatta. E’ uno strumento fondamentale nel tuo kit di pronto soccorso domestico,da utilizzare per disinfettare qualsiasi tipo di ferita, insieme all’acqua ossigenata o con altro disinfettante.

  • Acqua ossigenata

Da utilizzare direttamente sulle ferite o per inumidire il cotone idrofilo. Nota bene che l’acqua ossigenata – anche se quella utilizzata in casa è molto diluita – rimane comunque un liquido dalle proprietà corrosive quindi evita di farla entrare in contatto con la pelle sana e con gli occhi. Per questo stesso motivo evita assolutamente di utilizzarla su qualsiasi tipo di ustione: potrebbe peggiorarla.

  • Soluzione fisiologica

In caso di mal di gola o raffreddore, per dare sollievo alle vie aeree. Puoi anche usarla come strumento di irrigazione nasale o per l’aerosol.

  • Garze sterili

Le garze sterili sono alla base di qualsiasi cassetta di pronto soccorso domestico che si possa definire tale. Ti sono utili per coprire ferite e sbucciature appena medicate, lasciando comunque respirare la porzione di pelle interessata.

  • Cerotti assortiti

Spiegarti perché servono dei cerotti in un kit di pronto soccorso domestico ci sembra un po’ sciocco, ti consiglio comunque di munirti di scatole con cerotti di diverse dimensioni in modo da tamponare il sangue delle ferite di qualsiasi grandezza dopo averle medicate.

  • Pinzette

Perfette in caso di spine, schegge o altri piccoli corpi estranei conficcati nella pelle. Agevolano il lavoro di rimozione e spesso aiutano anche con i bendaggi chi ha mani o dita poco sottili. Esistono in commercio anche specifici kit levascheggie.

  • Forbici

Non possono mancare nel tuo kit di pronto soccorso domestico un paio di forbici, utili per tagliare bende, garze, cerotti o aprire velocemente le confezioni dei medicamenti.

  • Rotolo di cerotto

I bendaggi tendono a muoversi lasciando scoperta la ferita. Il rotolo di cerotto risolverà questo problema, stabilizzando al meglio le bende applicate. Il rotolo di cerotto può essere utilizzato anche per coprire ferite di grandi dimensioni, nel caso in cui tu non abbia a disposizione dei cerotti sufficientemente grandi da applicare alla ferita.

  • Termometro

Con un buon termometro digitale a disposizione, potrai sincerarti dell’insorgenza di febbre al primo accenno di brividi, dolori muscolari o altri sintomi tipici degli stati influenzali, che possono però verificarsi anche a seguito di violenti traumi shock elettrici o cadute.

  • Pacco di ghiaccio istantaneo

Il ghiaccio istantaneo è da applicare tempestivamente sui piccoli traumi dovuti a cadute, distorsioni e contusioni di vario genere perché evita la formazione di lividi e diminuisce il gonfiore. Non puoi mancare nella tua cassetta di pronto soccorso domestico.

  • Bende elastiche

Le bende elastiche, come i cerotti, sono di diversa misura e sono necessari per fermare le medicazioni.

Per un kit di pronto soccorso domestico efficace ti sarà sicuramente utile tenere un foglio in cui annotare le scadenze di ogni prodotto medico. Il foglio di riepilogo ha funzione di promemoria e va aggiornato costantemente e con perizia. E’ inoltre di fondamentale importanza sistemare il kit di pronto soccorso in un luogo facilmente raggiungibile, asciutto e lontano da fonti di calore o dalla portata dei bambini. Meglio ancora sarebbe munirsi di un apposito armadietto per medicinali in metallo.

In commercio esistono cassette o borse mediche di ogni tipo, come kit di pronto soccorso da viaggio, kit o borse per soccorso sportivo, kit veterinari, militari o kit medici per ambienti in cui sono presenti bambini o anziani come scuole, asili o case di cura.

borsa medica sportiva

Come prevenire gli incidenti domestici

Prima di parlare di prevenzione degli incidenti domestici sappi che i soggetti più a rischio sono le donne (in particolare le casalinghe), gli anziani, i disabili e i bambini. L’esposizione al rischio di incidente domestico di queste persone è maggiore perché, oltre a specifici motivi legati alla mobilità e al loro stato di salute (nel caso di anziani e disabili), passano molto tempo in casa.

Per salvaguardare la salute e l’incolumità tua e dei tuoi famigliari puoi cercare di prevenire gli incidenti domestici cercando di ridurre le cause che possono generarli. Tra i maggiori fattori che causano i più comuni infortuni in casa ci sono la disattenzione nei movimenti, l’imperizia nella manutenzione degli ambienti domestici, nell’uso di elettrodomestici o di altri strumenti potenzialmente pericolosi.

Ecco alcune buone regole per prevenire i più comuni incidenti domestici:

  • utilizza supporti antiaderenti per tappeti.
  • Fai molta attenzione quando ti muovi all’interno del bagno dopo la doccia o in altri ambienti della casa con pavimento bagnato.
  • Controlla se gli scalini sono sempre un buone condizioni e se la moquette e ben incollata al pavimento o se presenta strappi o lesioni che possano essere causa di caduta.
  • Rimuovi gli oggetti dalle scale e dal pavimento e pulisci immediatamente eventuali sversamenti di liquidi o sostanze oleose a terra.
  • Evita il contatto ravvicinato di parti del corpo con stufe o apparecchi elettrici.
  • Prima di andare a dormire, assicurati che gli scaldini, le termocoperte e ogni altro apparecchio per riscaldare il letto sia spento.
  • Tieni lontano dalle stufe tende, tappeti, tappezzerie e qualsiasi altro tessuto o materiale potenzialmente infiammabile.
  • Non utilizzare apparecchi elettrici danneggiati o con i cavi elettrici in cattivo stato.
  • Evitare di avvicinare cavi elettrici a fonti di calore.
  • Non sovraccaricare le prese elettriche.
  • Non utilizzare apparecchi elettrici in prossimità di acqua e non toccarli con le mani bagnate.

C’è una norma che tutela dagli incidenti domestici

La legge del 3 Dicembre 1999, n. 493 tutela la salute nelle abitazioni e ha istituito l’assicurazione contro gli infortuni domestici:

La presente legge promuove iniziative dirette a tutelare la sicurezza e la salute attraverso la prevenzione delle cause di nocività e degli infortuni negli ambienti di civile abitazione e l’istituzione di una forma assicurativa contro il rischio infortunistico derivante dal lavoro svolto in ambito domestico.

cosa fare in caso di infortunio

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *