Sicurezza domestica in bagno: gli ausili per disabili

La maggior parte degli incidenti, a volte banali, a volte più seri, avviene in casa. Sono molti gli studi e le statistiche – dai dati Istat fino al rapporto dei Centers for Disease Control and Prevention di Atlanta (USA) – che confermano il dato: il luogo più pericoloso di tutti è la nostra casa e il grado di pericolo dipende sia dalla conformazione dell’ambiente che, e soprattutto, dalla nostra leggerezza dovuta alla convinzione di trovarci in un luogo sicuro, dove nulla può accadere e in cui si può stare tranquilli e abbassare la soglia di attenzione. Niente di più falso, perché il momento in cui si perde la concentrazione è proprio quello in cui si rischia di cadere vittima di un incidente domestico. Inutile dirti che i più a rischio sono bambini, anziani e disabili.

Per un disabile l’ambiente domestico deve essere un luogo sicuro, confortevole e adeguato ai suoi bisogni. Nel caso di convivenza con un invalido questi ha la necessità –  e il piacere – di muoversi il più indipendentemente possibile, libero da barriere architettoniche e/o arredamenti che gli rendano difficile una deambulazione autunoma.

 

servizi igienici

Il bagno è il luogo più pericoloso di tutta la casa

Comfort e sicurezza sono i due obiettivi principali per chi ha a cuore il proprio benessere e quello del proprio familiare disabile. Immaginiamo che questa regola valga anche per te e vediamo come possiamo rispettarla. Cominciamo col dire che il bagno è il luogo in cui avvengono il maggior numero di incidenti domestici. Superfici rese scivolose da acqua e sapone, asciugamani, tappetini o indumenti lasciati a terra costituiscono un ostacolo e spesso un rischio per ognuno di noi e in special modo per quelli affetti da un qualsiasi tipo di impedimento, sia esso perenne o transitorio.

Inoltre spesso capita di dimenticare alcuni semplici ma essenziali accorgimenti, come evitare di asciugarsi i capelli mentre siamo scalzi su un pavimento bagnato, o di non toccare stufette elettriche e lavatrici mentre abbiamo le mani bagnate. Ricordati che all’interno del bagno i momenti più critici per le persone a rischio cadute (anziani, bambini, disabili) sono il tragitto che va dalla doccia al lavandino e le azioni necessarie all’utilizzo di water e bidet. Cosa può accadere dalla doccia al lavandino? Ripercorri mentalmente il tragitto pensando ad ogni singola azione che compi sul fondo scivoloso della vasca e sul pavimento bagnato del tuo bagno: entri nella vasca già bagnata senza aver prima applicato degli appositi dispositivi antiscivolo? Potresti trovarti col sedere a terra da un momento a l’altro, e figuriamoci se al posto di entrarci tu deve farlo il tuo familiare disabile o devi essere tu ad aiutare lui/lei, supportandone anche il peso.

Se entrando nella doccia tu o il tuo familiare doveste perdere accidentalmente l’equilibrio dove vi aggrappereste se la vostra cabina non fosse provvista di specifici accessori per disabili quali i maniglioni di sicurezza per la vasca o la doccia? E nel caso il tuo familiare abbia bisogno di sedersi mentre si lava la cosa migliore sarebbe munirsi di ausili bagno per disabili quali sedie per doccia o vasca da bagno provvisti di puntali antiscivolo in gomma.

Finita la doccia, per una maggiore sicurezza è bene affidarsi a maniglioni a ventosa o murali per sorreggersi in tutta sicurezza, e a tappetini bagno antiscivolo per isolarsi dal pavimento bagnato ed evitare così cadute accidentali o altri pericoli. I rialzi WC con braccioli  potrebbero essere utili al tuo familiare per compiere quei normali gesti quotidiani quali accovacciarsi sul water o sul bidet con un maggiore grado di sicurezza e/o per rendere più agevole a voi il compito di sollevarlo, facendolo sentire sicuro e sorretto.

ristrutturazione bagno

Gli ausili bagno per disabili e la messa in sicurezza del tuo bagno

Come ben sai, solo i locali pubblici devono – o dovrebbero – rispettare alla lettera le norme sull’adeguamento o la creazione di appositi servizi igienici per disabili. Nella tua abitazione non vige l’obbligo di legge ma è bene conoscere alcuni dei parametri del decreto del Ministero dei Lavori Pubblici del 14/6/1989 n. 236 per valutare quali sono gli esercizi pubblici effettivamente a norma ma anche per mettere in sicurezza il tuo bagno per disabili. Vediamo alcune norme che possono essere utili per la tua stanza da bagno:

  • Area Lavabo: Il lavabo deve essere sospeso e staccato dal pavimento di 70/75 cm, per permettere il comodo avvicinamento della carrozzella al rubinetto. Il rubinetto deve essere “a leva” e lo specchio deve essere ad altezza bambino o utilizzabile da chi è seduto su una sedia rotelle.
  • Area Wc: Il wc deve avere la seduta alta 45/50 cm e deve sporgere dal muro 75/80 cm per permettere l’accostamento della carrozzina. Il wc deve inoltre essere posizionato a 40 cm dalla parete con spazio di manovra dall’asse di minimo 100cm. A 80 cm dal water devono esserci dei maniglioni orizzontali su un lato e una barra ribaltabile sull’altro. Obbligatorio anche il campanello di chiamata per eventuali emergenze, oltre al pulsante di scarico e al porta rotolo posizionati per essere comodamente utilizzati dal tuo familiare disabile.
  • Area doccia: il piatto doccia deve essere ad altezza pavimento, senza gradino, opzionalmente dotato di un sedile posto a 50 cm da terra. La doccia o la vasca da bagno devono prevedere maniglioni posti a 80 cm.

 

accessori disabili

Riduzione dell’Iva al 4% su ausili bagno per disabili

Prima di acquistare qualsiasi accessorio bagno per invalidi allo scopo di rendere la tua casa un posto sicuro e confortevole per il tuo familiare, ti ricordiamo di controllare il tuo diritto a beneficiare delle agevolazioni fiscali quali l’Iva ridotta al 4% per l’acquisto di mezzi necessari alla deambulazione e al sollevamento dei disabili.

Tra i beni soggetti a Iva agevolata rientrano, ad esempio:

  • le protesi e gli ausili inerenti le menomazioni di tipo funzionale permanenti (compresi pannoloni per incontinenti, traverse, letti e materassi ortopedici antidecubito e terapeutici, cuscini jerico e cuscini antidecubito per sedie a rotelle o carrozzine)
  • gli apparecchi per facilitare l’audizione ai sordi e altri apparecchi da tenere in mano, da portare sulla persona o da inserire nell’organismo, per compensare una deficienza o una infermità
  • le poltrone alzapersona e veicoli simili per invalidi, anche con motore o altro meccanismo di propulsione, compresi i servoscala e altri mezzi simili adatti al superamento di barriere architettoniche per soggetti con ridotte o impedite capacità motorie.

Sedia doccia

 

Alcuni accorgimenti per prevenire le cadute domestiche

Dopo aver approfondito i rischi e la messa in sicurezza del tuo bagno grazie agli accessori per disabili e alle norme del Ministero, desideriamo sottoporti alcuni accorgimenti che potrebbero essere utili per prevenire le cadute domestiche:

  • Assicurati le tue scale sia dotate di ringhiera, di strisce adesive antiscivolo e che siano bene illuminate.
  • Se in casa ci sono bambini piccoli, preoccupati di montare dei cancelletti di sicurezza.
  • Fa in modo che ogni tappeto abbia un supporto antiaderente.
  • In caso che alcune sostanze, soprattutto liquide o oleose, cadano a terra, assicurati che siano immediatamente rimosse dal pavimento.
  • Non lasciare nulla sulle scale e sul pavimento. Preoccupati di togliere qualsiasi oggetto che possa essere causa di una potenziale caduta.
  • Tieni sempre sotto controllo lo stato degli scalini e, nel caso siano danneggiati, riparali immediatamente.
  • Ripara subito la moquette strappata o eventuali assi rotte del pavimento.
  • Spala la neve e rimuovi il ghiaccio da tutte le aree di accesso alla tua abitazione.
Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *